Ultima modifica: 8 giugno 2017

Il contesto

Il contesto ambientale in cui opera la scuola è quello tipico di un piccolo comune della pianura padana con un’economia mista di tipo prevalentemente agricolo-industriale. Il processo di industrializzazione sviluppatosi negli ultimi 30 anni ha contribuito ad elevare il reddito medio pro capite, ma nel contempo ha dato luogo ad una forte immigrazione, prima dal Sud del Paese e successivamente dai paesi extracomunitari. Sono presenti associazioni giovanili, sportive, di volontariato, una biblioteca comunale ben attrezzata e con un buon patrimonio librario ed un museo che offre una buona qualità dal punto di vista della pittura naif. L’Istituto Comprensivo si propone la migliore utilizzazione di queste risorse ed intende lavorare in collaborazione, sia con la biblioteca che con il museo. Il rapporto in generale tra scuola e territorio è buono, anche se la scuola sente l’esigenza di una collaborazione più sinergica in relazione alle iniziative promosse ed ai mezzi economici stanziati, sia dall’Ente Locale che dai privati, in relazione alla crescita giovanile. Le agenzie educative, sportive e di volontariato rispondono positivamente alle richieste della scuola, anche se si auspica una maggiore collaborazione attenta ai tempi e alle modalità organizzative della scuola.
Vanno inquadrate nell’ambito del rapporto con il territorio le manifestazioni pubbliche cui partecipa l’Istituto. Un punto focale degli ultimi anni è quello degli alunni stranieri in crescita costante, che richiede nuove attenzioni educative. Per quest’ultimo aspetto l’Istituto Comprensivo, in aggiunta ai laboratori interni di lingua italiana per stranieri, ha attivato iniziative in collaborazione con l’Ente locale, fra le quali:

  • l’utilizzo di mediatori culturali con il compito di incrementare e facilitare l’accoglienza, l’integrazione ed il rapporto scuola – famiglia
  • l’adesione al progetto di Accoglienza Territoriale con sede a Guastalla per favorire l’acquisizione delle competenze linguistiche di base della lingua italiana per comunicare e per migliorare l’inserimento scolastico.

Da rilevare l’importanza del progetto extrascolastico “Non solo scuola” per dare una risposta alle famiglie, soprattutto straniere, per l’esecuzione dei compiti pomeridiani e laboratori creativi. Tale progetto è rivolto agli alunni della scuola primaria di Luzzara e della scuola secondaria di primo grado.